Castel Sant’Angelo

Castel Sant’Angelo, detto anche Mausoleo di Adriano, è un monumento di Roma, situato sulla sponda destra del Tevere di fronte al pons Aelius, a poca distanza dal Vaticano, nel rione di Borgo; è collegato allo Stato del Vaticano attraverso il corridoio fortificato del “passetto.

 
DESCRIZIONE

Castel Sant’Angelo: cenni storici, aneddoti e curiosità
Castel Sant’Angelo, anche noto con il nome di Mole Adrianorum,Castellum Crescentii o Mausoleo di Adriano, è uno tra i più importanti monumenti della città di Roma. Esso deve il nome alla statua bronzea dell’arcangelo Michele che è tutt’oggi visibile sulla cima.
Questo edificio fu costruito sotto le direttive dell’imperatore Adriano nel 125. Egli pensava di realizzare un monumento funebre che sarebbe stato utilizzato per la sua sepoltura e per quella dei suoi figli. La costruzione, infatti, era inizialmente ispirata al celebre Mausoleo di Augusto. Tuttavia, contrariamente ai progetti di Adriano, Castel Sant’Angelo venne terminato nel 139 dall’imperatore Antonio Pio e, nel 271, fu incorporato nelle cosiddette mura Aureliane
Questo edificio può essere considerato come una vera e propria fortezza pur considerando che, nel progetto iniziale, esso aveva una struttura piuttosto differente da quella attuale. Con l’imperatore Aureliano assunse le sembianze di un vero e proprio castello e solo dopo, quando nel 1277 entrò a far parte dei possedimenti del Vaticano, furono fatte aggiungere gli appartamenti pontifici. Oltre agli avvenimenti storici che lo hanno interessato, Castel Sant’Angelo è piuttosto noto per l’aneddoto legato alla Tosca del noto compositore Puccini. La donna, infatti, trovò la morte gettandosi dall’edificio che oggi è diventato il museo di Castel Sant’Angelo.
Come raggiungerlo. Attrazioni nelle vicinanze
Se si desidera visitare Castel Sant’Angelo è possibile raggiungere questo incantevole edificio facilmente da ogni parte della città.
In particolare se ci si trova già nelle immediate vicinanze sarà sufficiente percorrere Ponte Sant’Angelo noto per le sculture di angeli del Bernini realizzate nel XVII secolo. Trovandosi nei paraggi della Basilica di San Pietro, e dunque del Vaticano, è possibile recarcisi a piedi percorrendo via della Conciliazione. A poca distanza da Castel Sant’Angelo sono situati altri punti di interesse storico della città di Roma tra cui l’Ara Pacis, il Mausoleo di Augusto e la celeberrima Piazza Navona.
Se si desidera arrivare a Castel Sant’Angelo con i mezzi pubblici le stazioni della metropolitana più vicine sono Lepanto e Ottaviano le quali distano circa 1 km dall’attrazione. Se invece il punto di partenza è il Colosseo basterà prendere un autobus della linea 40 da via Nazionale (fermata Nazionale/Quirinale) e scendere alla fermata (Trasportina/Conciliazione) la quale dista 350 metri da Castel Sant’Angelo oppure la metropolitana alla fermata Colosseo cambiare linea a Termini e scendere alla fermata Ottaviano o Lepanto per poi proseguire a piedi.
Se invece il punto di partenza è la stazione Termini è possibile usufruire dell’ autobus della linea 40 alla fermata Termini e scendere alla fermata Trasportina/Conciliazione, a poche centinaia di metri dall’entrata al castello.
Quest’ultima, infatti, è la fermata dei mezzi pubblici più vicina a Castel Sant’Angelo e dunque anche quella più comoda per raggiungerlo.
Visitare Castel Sant’Angelo
All’interno di Castel Sant’Angelo, iniziando la visita dal corpo centrale della costruzione, è possibile ammirare diversi ambienti. In particolare: la sala del camino che prende il nome dal camino risalente al Settecento presenta al suo interno, la sala dell’Apollo nella quale è possibile ammirare diverse raffigurazioni mitologiche, la sala della giustizia che ospitava l’attività giuridica ecclesiastica durante i diversi soggiorni papali, le sale di Clemente VII che venivano utilizzate come studio e camera da letto e la cappella di Leone X decorata con un trittico realizzato da Taddeo Gaddi nel 1336.
Ciò che distingue Castel Sant’Angelo, infatti, è la presenza di diversi stili architettonici che i visitatori possono ammirare seguendo un percorso che si articola in sette livelli.
Nel primo, secondo e terzo livello si sviluppa il Mausoleo dal quale vi è altresì l’accesso all’attrazione mediante un Dromos che conduce all’atrio nel quale si trova la rampa elicoidale che conduce alla sala delle urne.
Il secondo livello si caratterizza per il castello fortificato il quale subì notevoli modificazioni nell’arco temporale tra il IV e il XVII secolo. Ciò che si può ammirare oggi è il frutto dell’ultimo restauro risalente al Novecento.
Durante la visita è possibile percorrere il camminamento di ronda protetto dai bastioni i quali furono dedicati a quattro evangelisti.
Al terzo livello vi sono poi gli appartamenti pontifici.
Il quarto livello è caratterizzato dai cortili, infatti qui è possibile ammirare il cortile dell’Angelo, quello di Leone X e quello con il pozzo e le scale di Alessandro VI. Successivamente, nel quinto livello è possibile ammirare le sale in stile rinascimentale perfettamente conservate ma anche gli alloggi di Paolo III, la loggia di Giulio II e le logge di Pio IV e Alessandro VII.
Il sesto livello custodisce tra le sue sale la cui ristrutturazione era stata fortemente voluta da papa Paolo III, la biblioteca, la sala del Tesoro, la cosiddetta sala dei Festoni, quella dell’Adrianeo e una sala per un breve periodo utilizzata come cella per detenuti ritenuti importanti. Nel Settecento, tuttavia, in questo livello furono ulteriormente aggiunte sette stanza le quali sarebbero state l’appartamento del castellano le quali, ad oggi, sono state destinate agli uffici.
Infine, l’ultimo livello, il settimo, fu pensato e realizzato come area ulteriore in cui conservare i documenti che per ragioni di spazio non potevano più essere custoditi ai piani inferiori. Qui vi è il celeberrimo Terrazzo dell’angelo dal quale è possibile ammirare completamente Roma in tutta la sua bellezza.

ORARIO D'APERTURA

Tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.30
Chiuso il 1 gennaio, il 1 maggio e il 25 dicembre, salvo aperture straordinarie disposte dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo che saranno rese note sul sito web

COME ARRIVARE

Consulta le fermate dell’Open Bus Vatican&Rome sulla mappa, per trovare la fermata più prossima all’attrazione che ti interessa visitare;
In alternativa consulta https://www.google.com/maps per indicazioni sui mezzi pubblici.
Ricorda: con Omnia 72h hai accesso a tutti i mezzi di trasporto pubblico cittadini.

ATTRAZIONI NELLE VICINANZE

Basilica di San Pietro, Musei Vaticani, Cappella Sistina

 

Other Rome Experiences